FONDUTA DI VASTEDDA DEL BELICE DOP ai petits choux

per gli choux: 
250 ml di acqua
125 gr di burro
200 gr di farina
3 uova
in una casseruola mettere acqua e burro e portare a bollore.
Fuori dal fuoco aggiungere di colpo la farina e fare cuocere la massa finché si stacchi dalle pareti del tegame.
Lasciare raffreddare e aggiungere, uno per volta, le uova avendo cura di non inserire il successivo se non si è del tutto assorbito il precedente uovo.
Ricavarne dei ciuffetti aiutandosi con la tasca da pasticceria e disporli su una teglia rivestita con carta forno,distanziandoli almeno 10 cm.
Infornare a 180° per 15 circa. Lasciare raffreddare in forno spento.
per la fonduta:
300 gr di vastedda
150 di crema di latte
per decoro
la scorza di un arancia non trattata (biologica)
una manciata di mandorle sgusciate non pelate.
 
 
In una casseruola porre la Vastedda e la crema di latte a fuoco moderato, appena il composto sarà tiepido e la Vastedda si sarà amalgamata alla crema di latte , ottenuto un composto cremoso e fluido, versare sugli choux.
Tritare grossolanamente le mandorle e grattuggiare la scorza dell’arancia, esclusa la parte bianca.

 

Servire il piatto caldo e completare con mandorle tritate grossolanamente e scorza di agrumi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *